FattiDiSegni Pocket – #31

Non mi ricordo più il titolo del libro dal quale ho preso questa frase. Mi aiutate? L’unico indizio che ho è che era un libro di racconti di un autore straniero… (P.S. ho già googlato ma niente!)

FattiDiSegni Pocket – #29

Pensavate che il mio blog fosse uno dei pochi rimasti senza un angolo cucina?  Vi sbagliavate!! Non perché mi piaccia cucinare o perché sia brava tra i fornelli (me la cavo meglio tra i pennelli) ma solo per ricordarmi certi semplici capisaldi culinari 😉

FattiDiSegni Pocket – #27

Quante volte mi hanno rimproverata a scuola perché disegnavo mentre i professori parlavano… vaglielo a spiegare che serviva per concentrarmi!  Quindi, se durante una riunione o una conversazione mi vedete prendere il notes e disegnare, sappiate che non mi state annoiando, anzi ritengo la conversazione talmente importante da dargli un surplus di attenzione.

FattiDiSegni Pocket – #26

Avrebbero potuto essere immagini invernali o schizzi di studio ma non ho potuto resistere! Per i non toscani: “c’hai le pine niccapo!” = modo “gentile” per dire che sei un po’ tardo nel capire le situazioni.

FattiDiSegni Pocket – #22

what you want, baby I got… a voi non rimane mai in mente una canzone? Ecco a me quando Aretha entra in testa nn esce più (perchè l’avete colta la scritta nel disegno, vero?)

#34 – that’s a mole

Anche io ho preso parte al concorso “That’s a mole” presentando questa proposta basata su un proverbio torinese ma che può valere per tutti: la costanza e la tenacia ripagano, (quasi) sempre.