Finito un notes… se ne fa un altro #5 [Fabriano Bouquet]

bouquet

Come avrete capito mi piace provare diversi supporti e carte per i miei FattiDiSegni pocket, di conseguenza, quando mi sono trovata di fronte questi notes della Fabriano non ho saputo resistere.

Ad ogni colore corrisponde un piccolo notes composto di carta differente: quindi per 7 notes, si ha la possibilità di provare 7 diverse tipologie di carta.

Nello specifico:

il blu è di carta marcata (Rusticus Bianca 95gr.);

il celeste è di carta naturale (Palatina 85gr.);

il verde scuro è di carta ecologica (Woodstock Betulla 80gr.);

il verde chiaro è di carta vergata (Grifo Vergata Avorio 85gr.);

il giallo è di carta goffrata (Constellation Snow Arpa 90gr.);

l’arancione è di carta pergamenata (Pergamenata Bianca 90gr.);

il rosso è di carta vellutata (Splendorgel 100gr.).

Ma veniamo alle mie considerazioni sul prodotto:

Estetica: si presentano molto bene, ognuno con un colore dell’arcobaleno.

Rilegatura: fogli incollati sul dorso.

Tipo di carta: dipende dal quaderno, ma si va dagli 80 ai 100 grammi.

Quantità di pagine: circa 40 per quaderno

Reperibilità: negozi Fabriano, rivenditori autorizzati oppure dal loro sito internet.

Costo: 12,50€

Praticità d’uso: il tipo di rilegatura tende a far staccare le pagine se aperte completamente; la copertina non è rigida né rinforzata sugli spigoli.

Resistenza nel tempo: non ho ancora completato i notes ma, già dopo pochi viaggi in borsetta, gli angoli tendono a consumarsi e la copertina a sporcarsi.

A chi lo consiglio: sono molto carini ma sconsigliati da portare sempre con sé a causa delle copertine di cartoncino morbido non plastificato.

Al momento dell’acquisto (essendo confezionati in un unico pack), non ho valutato attentamente la leggerezza della copertina, di conseguenza, non posso dirmi totalmente soddisfatta; li sto utilizzando comunque nei fattiDiSegni realizzati in studio.

Trovi le precedenti recensioni ad altri notes qui.

Pubblicato da irenemini

Irene Minissale è nata in provincia di Pistoia nel 1982, ma ora vive e lavora in Sicilia; nel 2001 si diploma presso il Liceo Artistico di Lucca e nello stesso anno si iscrive presso l'ISIA di Firenze laureandosi nel corso ordinario quadriennale nel 2005 e nella specialistica nel febbraio del 2008. Insomma studia un sacco, ma non impara a scrivere biografie. Durante gli studi trova anche il tempo di lavorare presso un'agenzia di comunicazione di Firenze come designer grafico e cartotecnico; ma anche qui non le insegnano a scrivere biografie. In questi anni sviluppa una buona esperienza in ambito progettuale e grafico-illustrativo sia a mano libera che tramite software grafici, ma non a scrivere, indovinate cosa? Dal Marzo 2008 lavora da illustratrice e designer grafico come freelance per diversi settori (editoria, moda e pubblicità) e pensa che dovrebbe imparare a scrivere biografie. Durante questo periodo prende parte al workshop Summer Session RCR ma, neanche a dirlo, non impara a scrivere biografie... Nel 2011 apre un blog/portfolio e qui rimane fregata... deve scrivere una biografia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: