Chiusura delle buste con ceralacca


Chi mi conosce saprà che (purtroppo…) uno dei miei motti è “l’unico modo per fare è fare sul serio“ (Cit. Nobraino), per questo prima di proporre le chiusure in ceralacca per le buste delle mie partecipazioni ho cercato a lungo per trovare la migliore soluzione, perché per me l’esperienza comincia già dal momento di aprire l’invito e non voglio che questo sia rovinato da uno strappo imprevisto!
Per questo ho scartato le ceralacca “moderne” molto più economiche, resistenti agli urti e facili da utilizzare, ma che finivano inevitabilmente per strappare la busta al momento dell’apertura! È inutile, certe cose vanno fatte come una volta, con lentezza e senza trucchi o facilitazioni: ho optato per una ceralacca di altissima qualità che produce il classico “clack” all’apertura e che profuma pure (un’esperienza sinestetica completa 😂). Certo devo stare attentissima a non farla colare dove non dovrebbe e rovinare le buste, ma quanto è bella?!? Merita tutta la lentezza e l’attenzione dovuta, non credete?

Vorresti chiudere le partecipazioni del tuo matrimonio con un sigillo in ceralacca personalizzato? Contattami e ne progetterò uno per voi. In alternativa ho molti sigilli che potranno adattarsi a qualsiasi tipologia di invito, qua ve ne mostro alcuni ma sappiate che nel frattempo ne ho già ordinati altri!
Qual’è il vostro preferito? Sono indecisa tra quello con la felce o quello col papavero ma che dire del soffione o dell’ortensia! Vabbè nell’indecisione gioco ancora un po’ con tutti 😂

Sigilli attualmente disponibili.

Pubblicato da irenemini

Irene Minissale è nata in provincia di Pistoia nel 1982, ma ora vive e lavora in Sicilia; nel 2001 si diploma presso il Liceo Artistico di Lucca e nello stesso anno si iscrive presso l'ISIA di Firenze laureandosi nel corso ordinario quadriennale nel 2005 e nella specialistica nel febbraio del 2008. Insomma studia un sacco, ma non impara a scrivere biografie. Durante gli studi trova anche il tempo di lavorare presso un'agenzia di comunicazione di Firenze come designer grafico e cartotecnico; ma anche qui non le insegnano a scrivere biografie. In questi anni sviluppa una buona esperienza in ambito progettuale e grafico-illustrativo sia a mano libera che tramite software grafici, ma non a scrivere, indovinate cosa? Dal Marzo 2008 lavora da illustratrice e designer grafico come freelance per diversi settori (editoria, moda e pubblicità) e pensa che dovrebbe imparare a scrivere biografie. Durante questo periodo prende parte al workshop Summer Session RCR ma, neanche a dirlo, non impara a scrivere biografie... Nel 2011 apre un blog/portfolio e qui rimane fregata... deve scrivere una biografia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: